mamme con neonati in vasca neonatale

Nei primi mesi di vita il contatto con l’acqua rappresenta una straordinaria esperienza di gioco, piacere e intimità. Il bambino ha la possibilità di sperimentare le sue abilità motorie che saranno poi la base della sua motricità. Questo primo periodo della vita del bambino (da 3 mesi a 3 anni) è fondamentale che sia vissuto con un senso di successo. E’ un momento importante per la costruzione di un equilibrio affettivo, motivazionale e per il suo sviluppo più profondo. Facciamo fare al bambino ciò che lui è in grado di fare e non chiediamogli niente di più. Se oggi non riesce, domani o dopo andrà bene lo stesso.

BENEFICI
• Abituare il neonato al contatto con l’acqua
• Aumentare la consapevolezza nella respirazione
• Sviluppare l’autonomia acquatica
• Stimolare lo sviluppo di attenzione e coordinazione
• Rinforzare il suo sistema immunitario
• Migliorare lo sviluppo di cuore, polmoni e apparato muscolo-scheletrico
• Accrescere l’autostima
• Concedersi un momento di intimità e condivisione adulto/bambino
• Divertirsi!!!!

La vasca di ambientamento neonatale delle Piscine di Albaro è costruita con sistemi di ultima generazione, sia dal punto di vista architettonico, sia per gli aspetti tecnologici e del trattamento dell’acqua.

L’ACQUATICITÀ NELLE DIVERSE FASI DELLA CRESCITA

Dai primi mesi di vita: Forte simbiosi con il genitore
L’istruttore è il mediatore delle scoperte senso-motorie che l’acqua offre. Si effettuano le prime immersioni sfruttando l’istinto di apnea, che rende automatica la chiusura della glottide. Il bambino esplora portando ogni oggetto alla bocca, succhia ciò che trova in acqua, giochi, supporti, bordo vasca, mani della mamma. Ama essere dondolato e trasportato, muove con piacere gli arti superiori e inferiori e quando batte le mani in acqua si diverte!
Dal primo anno: Grande desiderio di scoperta
Inizia il distacco dal genitore. Il bambino non è più in simbiosi con mamma e papà e si riconosce come figura a sé. Distingue bene i familiari da chi non conosce e per questo potrebbe non avere piacere a stare con la maestra. Questa fase coincide con i primi “passi” senza il supporto di mamma e papà attraverso vari attrezzi di sostegno (macchinina galleggiante, ciambella, salamini). Il bambino sperimenta la possibilità di governare il proprio corpo. Esplora con sempre maggiore curiosità, è attratto dai giochi e dalle persone in vasca, cerca i giochi che la mamma gli nasconde.
Dal secondo anno: Maggiore autonomia nei movimenti sia a terra che in acqua
Continua la fase di distacco dal genitore, migliorano le competenze nel galleggiamento e l’efficacia degli spostamenti autonomi con gli attrezzi. Si muove in autonomia dove tocca, cerca i giochi preferiti, può coinvolgere il genitore nella sua attività ludica, si diverte a versare l’acqua da un contenitore all’altro.
Verso i 3 anni: Consolidamento dell’autonomia in acqua e prime forme di separazione dal genitore
Migliorano le autonomie acquatiche attraverso la sperimentazione di ridotti attrezzi di sostegno e si sperimentano le prime immersioni autonome a corpo libero attraverso percorsi acquatici e varie tipologie di tuffi (dal bordo, dal tappeto, lanciati, da seduti, in piedi).

ATTENZIONE

Per organizzare al meglio l’attività/le lezioni, i nostri corsi sono suddivisi in fasce d’età, che non corrispondono a livelli. Per questa ragione e per garantire sempre il miglior servizio possibile, previa comunicazione alle famiglie, l’orario comunicato all’iscrizione potrebbe subire modifiche. La segreteria è a disposizione per ogni informazione e per venire incontro a eventuali, specifiche esigenze.

Orario corsi di acquaticità neonatale

Dal 28 Settembre 2020 al 27 Giugno 2021

Nota:
E’ previsto il pagamento dell’iscrizione annuale di 50 Euro per il genitore (per il bambino iscrizione gratuita).
 
RECUPERI:
In caso di assenza, per poter recuperare la lezione, è assolutamente necessario avvisare per tempo la segreteria tramite i recapiti indicati di seguito. In caso di mancata comunicazione, la lezione non potrà essere recuperata. E’ consentito recuperare un massimo di 4 assenze per ogni periodo. La disdetta può essere comunicata il giorno stesso del corso: entro le ore 9.00 per i corsi della mattina dal lunedì al venerdì, entro le ore 14.00 per i corsi del pomeriggio dal lunedì al venerdì entro le ore 8.00 per i corsi del sabato mattina e della domenica mattina, entro le ore 14.00 per i corsi del sabato pomeriggio. Le lezioni perse e disdette in tempo utile devono essere recuperate entro la scadenza  del periodo stesso, inserendo una lezione in più durante la settimana, in base alla disponibilità indicata in segreteria. Per assenze prolungate, comunicate tempestivamente all’atto dell’interruzione dell’attività e giustificate da certificato medico, è possibile recuperare il 75% delle lezioni perse. Gli iscritti sono tenuti a rispettare le norme di comportamento e i regolamenti esposti in piscina.

Questo sito fa uso di cookie tecnici che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito stesso, cookie statistici e cookie di terze parti. Per l’installazione dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno quelli statistici e di terze parti. Abilitando questi cookie ci permetti di offrirti una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni