vasche esterne_1958Lo stadio del nuoto di Albaro fu realizzato negli anni Trenta del ‘900 per dotare la città di Genova di una struttura sportiva all’avanguardia che potesse agevolare, come sottolineato dalla stampa del tempo, la formazione di nuovi atleti nella disciplina del nuoto. Per la prima volta furono costruiti in un unico complesso una piscina olimpionica coperta con gradinate e tre piscine scoperte, di cui una per bambini.

 

Espressione all’epoca tra le più moderne in Europa, il complesso delle piscine di Albaro fu inaugurato nell’ottobre del 1935. L’anno seguente, il progetto, selezionato al concorso nazionale di architettura sportiva bandito dal CONI, fu ufficialmente esposto alle Olimpiadi dell’Arte di Berlino, condividendo l”altissima designazione’ e il ‘primato di edilizia urbanistica sportiva’ con le maquettes del Foro Mussolini di Roma e dello Stadio Mussolini di Torino.

Questo sito fa uso di cookie tecnici che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito stesso, cookie statistici e cookie di terze parti. Per l’installazione dei cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno quelli statistici e di terze parti. Abilitando questi cookie ci permetti di offrirti una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni